Serie Smart Road 4/4: Opere Civili

Serie Smart Road 4/4: Opere Civili

SINELEC, come player tecnologico attivo nell’ambito delle infrastrutture di trasporto, ha l’obiettivo di supportare gli operatori stradali nel loro percorso verso una mobilità più sicura, smart e sostenibile. Approfondiamo, in quattro episodi, alcuni degli interventi tecnologici più significativi che Sinelec ha realizzato nell’ambito di uno dei progetti più ambiziosi e innovativi di digitalizzazione della strada a livello europeo: la Smart Road di Anas.

OPERE CIVILI

Il processo di digital transformation delle infrastrutture di trasporto ci sta conducendo verso una nuova mobilità interconnessa. Si sono quindi resi necessari lavori di posa in opera e di ammodernamento impiantistico per supportare questo nuovo ruolo dell’infrastruttura, destinata ad evolversi e diventare intelligente, in grado di interagire con utenti, veicoli e gestire in modo dinamico la capacità di trasporto e i flussi di traffico, garantendo livelli sempre maggiori di sicurezza.

 

Scavo con tecnologia T.O.C.

La Trivellazione Orizzontale Controllata (T.O.C.), conosciuta anche come perforazione direzionale o teleguidata, è una tecnologia no-dig che permette l’installazione di cavi e condotte nel sottosuolo senza ricorrere ai tradizionali sistemi di scavo a cielo aperto. L’uso della T.O.C ha diversi vantaggi, primo fra tutti il bassissimo impatto sulla viabilità, dato dalle dimensioni ridotte del cantiere che consente un traffico stradale regolare. Inoltre, è possibile realizzare condotte per tratte estese in maniera molto più veloce rispetto ai sistemi tradizionali, riducendo così l’impatto acustico ed atmosferico.

Le fasi principali della posa sono tre:

1. Esecuzione della perforazione pilota realizzata mediante una batteria di perforazione manovrata con la combinazione di rotazioni e spinte.

2. Passaggio con alesatore per adattare il percorso al diametro del cavo/condotta fino alle dimensioni richieste.

3. Tiro del prodotto in posizione (detto anche varo). La tubazione da installare viene assemblata fuori terra e collegata alla batteria di aste di perforazione, che, gradualmente, la tira per tutto il tragitto.

 

L’intervento di Sinelec

Attraverso l’impiego della T.O.C., Sinelec ha lavorato sull’infrastruttura esistente per gli adeguamenti concordati, posizionando la fibra ottica e i cavi per l’alimentazione elettrica dei dispositivi che costituiscono la nuova strada intelligente. L’operazione è stata realizzata sul Grande Raccordo Anulare (A90), un’arteria fondamentale per la mobilità della Capitale e non solo, e sull’autostrada Roma-Fiumicino (A91). Il GRA è di vitale importanza per il collegamento delle aree periferiche di Roma, fungendo anche da raccordo autostradale con le grandi direttrici nazionali, mentre l’autostrada Roma-Fiumicino collega la capitale con l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci. L’impiego della T.O.C. ha consentito l’ammodernamento di queste tratte fondamentali per la viabilità di Roma senza dover interrompere il traffico, elemento chiave della buona riuscita dell’intera operazione.

 



This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.